dicembre 15, 2008

ONDE

Posted in COSE LONTANE, GENIO E SREGOLATEZZA, MALINCONIE URBANE a 5:29 pm di biaraven

E’ in fondo alle onde,
nell’istante del loro rientrare nel grembo dell’oceano,
che puoi scorgere il senso del nostro errare.
E’ in quel cambio di rotta che, oltre il sopraggiungere alla riva,
riparte il viaggio alla deriva.
L’altalena del nostro eterno amare e soffrire,
è come una culla cullante le pure membra di un nuovo nato.
Nell’andare e venire, nelle note ora alte,
ora basse,
ora forti,
ora grevi della ninna nanna,
così,
sino alla fine andremo avanti,
per poi tornare indietro,
per tornare al principio,
da cui ha inizio una nuova ninnananna.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: